Un ritorno ai sensi

 

“… con il passare del tempo si ha la sensazione che i tanti percorsi che ci appartengono siano distrutti e, a volte, cerchiamo invano di ripescarli; ma poi succede che, quando meno te lo aspetti, involontariamente il nostro cervello reagisce e allora… ecco che sento il profumo del mare… percepisco la fragranza della mia campagna e l’essenza della dolce e fresca estate. Il tutto in questo piatto dall’odore morbido!”

“… ci sono gusti e sapori che fanno parte di noi…! In questo piatto c’è un qualcosa di agro e di severo ma anche di dolce… c’è il sapore della vita e c’è il gusto della libertà, il gusto di Pasqua… di casa… questo piatto è, per il mio palato, una degustazione sublime… silenziosamente inebriante!”

“… l’elasticità della pasta all’uovo, la morbidezza del salmone, la cremosità della ricotta, la granulosità delle mandorle e la friabilità dello zafferano… è il tripudio di un piatto ruvido e luminoso!”

“… il suono dei mestoli, delle posate e delle pentole mi preparano al gusto del piatto; sento una musica, è il borbottio della salsa che accompagna lo sfrigolìo dell’olio bollente. Sento tutta la melodia di un tenero piatto squillante… ”

“… nei ravioli Zasemarisa c’è il gusto della primavera. I colori del piatto nutrono gli occhi e stuzzicano il ricordo.  Questo piatto ha il sapore del sole, del riposo e delle sere fatte di calde cene in famiglia… questo piatto ha il gusto del fuoco spugnoso!”

Ecco il nostro tramonto al mare, il nostro vulcano che esplode in un incanto di colori e di profumi… ecco a voi i nostri “RAVIOLI ALLA ZASEMARISA“!

‘Zasemarisa’ è l’acronimo di ZAfferano, SEppie, MAndorle, RIcotta e SAlmone, ingredienti protagonisti del nostro piatto.

.. è tutta una questione di testa! tutto si lega alle emozioni: questa la nuova frontiera della cucina! per rendersi subito conto di quanto il cibo sia un’esperienza che ci coinvolge completamente, anche dal punto di vista emotivo, basti pensare a come i profumi di certi alimenti ci evochino ricordi precisi, pensieri e sensazioni legate al passato e all’infanzia.

 

 

DE LA CUISINE À LA LITTÉRATURE

Nous avons choisi de proposer à nos lecteurs le poème de Charles Baudelaire « Correspondances », inclus dans le célèbre recueil « Les Fleurs du Mal » parce qu’il est lié au thème des sens et il décrit plusieurs sensations différentes.

Nous le proposons à travers le sens de l’ouïe car, en suivant le lien ci-dessous, vous pourriez l’écouter (c’est Gilles-Claude Thériault qui lit une parmi les plus belles pages de la littérature symboliste).

Et vous?Qu’est-ce que ce poème vous inspire? Écrivez-nous vos impréssions et sensations. Merci bien!!!

 

 

Annunci

7 thoughts on “Un ritorno ai sensi”

  1. Complimenti ai corsisti e ai docenti che li hanno guidati in questo viaggio tra sapori, colori, sensazioni e pensieri. Continuate a mantenere aperta questa finestra senza sbarre verso il mondo esterno e a farvi conoscere anche attraverso di essa. Buona fine anno scolastico

    Liked by 1 persona

  2. Il y a eu dans votre vie une occasion dans laquelle, grâce à votre sixième sens, vous avez pris une décision très importante?
    Félicitacions à la classe VC et à votre magnifique professeur de français!!!😄

    Liked by 1 persona

  3. Bravo bravo! Merci aux élèves et aux professeurs pour ces pages pleines de saveurs, parfums, tendresse et douceur… ça met en joie… et en appétit!
    Si Charles Baudelaire avait eu le plaisir d’essayer la recette des raviolis, quelles correspondances aurait-it suggéré entre leur gout et arome et les couleurs?
    Bisous à tous

    Liked by 1 persona

  4. Questi ravioli sono un esaltazione dei sensi…i quali gareggiano per chi riuscirà ad avere la meglio, l’accostamento col vino è ottimo, quale secondo si può proporre per completare il pasto, l’unica pecca nella foto è il piatto su cui proposta la portata che non esalta a pieno le caratteristiche

    Liked by 1 persona

  5. Molto bella la ricerca che avete fatto sulle sensazioni e sui sensi. Siete in quinta e tra poco più di un mese porterete a termine il vostro percorso scolastico con il diploma: cosa vi porterete dentro, quale emozione e quale ricordo legato alla scuola farà sempre parte di voi?

    Liked by 1 persona

  6. Ciao, ho visto che avete abbinato del vino ai ravioli. Io, però, sono astemio e volevo sapere da voi qualche ricetta originale di cocktail analcolico da abbinare al piatto. Grazie!

    Mi piace

  7. Ce poème m’inspire être mieux, en écoutant je pensais de la vitesse de nos vies , des promesses on nous donne mais oublie. Merci de l’avoir partagé !!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...